ARTICOLO 1

La merce spacciata, continuerà ad essere della nostra proprietà fino al completo pagamento totale della stessa.

ARTICOLO 2

In caso di non pagare le fatture nei termini accordati, le merci non saranno consegnati fino al pagamento della stessa.

ARTICOLO 3

I professionisti realizzeranno i pagamenti delle fatture in contraassegno ARTICOLO 4 Le protesi dentali non posizionate in bocca in un termine superiore ad un mese, dovranno essere fatturate nuovamente

ARTICOLO 5

Ogni modificazione nel colore rispetto alla domanda iniziale , nonostante nel caso di una riparazione o di una parte a rifare, sarà
fatturato d’accordo alle nostre tariffe in vigore.

ARTICOLO 6

Ogni lavoro che debba essere riparato, modificato o rifatto nuovamente , dovrà inviarsi al laboratorio insieme all’ultima presa di modelli di gesso tanto superiore come inferiore , proporzionando il numero dell’ordine della domanda che diede origine al lavoro.

Se queste condizioni non vengono rispettate, saremo obbligati a fatturarlo nuovamente il totale dei lavori svolti.

ARTICULO 7

Quando si tratta di una riparazioni che abbia garanzia e che questa richieda modificarsi rispetto al lavoro iniziale che diede origine
all’ordine della domanda, si fatturerà come una nuova protesi realizzata.

ARTICOLO 8

Contro la nostra volontà, di trattarsi male di una domanda elaborata o senza l’informazione necessaria che devono proporzionare il professionista, causerà inevitabilmente ritardi.

ARTICOLO 9

Trattandosi d’incarichi lavorati con metalli preziosi o semipreziosi , il laboratorio , su una base di 20-25 % di perdite , ( tasso praticato per tutta la professione) e dopo aver riscosso il lavoro iniziale, potrà fatturare la differenza rispetto al lavoro finale .

Detta differenza si darà durante il pesante , che determina le perse o diminuisci durante il processo d’intaglio e plasmato che si dà dello stato rozzo allo stato levigato del metallo

ARTICOLO 10

La dichiarazione di conformità del nostro laboratorio di protesi dentaria deve accompagnare il vostro ordine, dove si riflette il numero di registro sanitario e l’indirizzo del fabbricante

ARTICOLO 11

Il nostro laboratorio non sarà responsabile per i ritardi nella consegna causati dai mezzi di trasporto utilizzati per questo scopo.